Cani da Pastore Guardiani

  • Doti naturali richieste ai Cani da Pastore Guardiani

Sin dal tardo neolitico i cani pastori guardiani rappresentavano il compromesso ancestrale tra sette ordini di fattori:

1) Il tipo di bestiame da proteggere

2) La capacità di protezione contro tutti i predatori uomini compresi

3) La prudenza nelle azioni

4) L’adattamento alle condizioni ambientali e climatiche

5) La resistenza alle malattie e agli infortuni

6) La qualità e quantità di cibo mangiato

7) La lunghezza del passo più efficiente

Tutto questo si traduceva in una selezione naturale che forgiava cani esteticamente di bell’aspetto, funzionali, sani, temprati nel carattere e nel fisico, con elevate attitudini nello svolgere il loro lavoro. Un concentrato di agilità, forza, resistenza, tempra e salute, per la protezione del bestiame, della difesa del territorio, della casa, della famiglia. Il meglio di quello che un allevatore moderno vorrebbe oggi dai propri cani pastori guardiani. Questo è l’obiettivo proposto da questo test attitudinale.

Le qualità principali di un ottimo cane pastore guardiano sono:

AFFIDABILITÀL’assenza di comportamenti predatori nei confronti del bestiame domestico sono alla base dell’affidabilità. Un ottimo cane guardiano deve essere affidabile, attento e protettivo.

ATTENZIONEAlla base dell’attenzione c’è l’attrazione che l’ottimo cane guardiano haper il suo territorio, per il luogo domestico e verso i “fratelli” acquisiti (pecore). Seguire il gregge in movimento, passeggiare tra le pecore, annusare gli agnelli, oppure dormire tra gli animali, sono segni di attenzione nei confronti del bestiame.

PROTEZIONE  e TEMPRA  Alla base della protezione c’è la capacità del cane di reagire ai cambiamenti che avvengono intorno al gregge: l’abilità di abbaiare o ringhiare ad attività o stimoli estranei potenzialmente pericolosi per il bestiame o il territorio. Poiché il comportamento protettivo è la risultante tra affidabilità e attenzione di ogni singolo soggetto possiamo facilmente capire come l’obiettivo, proteggere il bestiame, il territorio e la casa, non siano un comportamento che richiede un addestramento specifico. Per protezione dobbiamo intendere anche tempra; questi due concetti sono sinergici nel senso che la protezione comprende anche la tempra e viceversa.

Il test attitudinale è articolato in sette ambiti:

1) Indifferenza agli animali domestici

2) Indifferenza alle persone estranee inoffensive

3) Indifferenza allo sparo

4) Test di affidabilità

5) Test di attenzione

6) Test di protezione

7) Rapporto cane-padrone

N.B.:

Durante il test, l’utilizzo di oggetti quali taniche, ombrelli, etc., non hanno un risvolto zootecnico in quanto attraverso l’assuefazione il cane può essere abituato a questi oggetti. Nella quasi totalità dei casi reali un ladro o un male-intenzionato non userebbe mai questi oggetti ma bensì un bastone per minacciare il cane nel tentativo di spaventarlo, o gli lancerebbe pietre o altri oggetti contundenti, oppure in maniera più “moderna” userebbe spray orticanti

 

L’Associazione Cinofila AttivitàMetropolitane e Pastorali considera un valore fondamentale, per la buona riuscita del cane nei mestieri pastorali, la conoscenza del suo profilo caratteriale e delle doti naturali che lo compongono.

 

Per questo abbiamo allestito a partire dal 2009 nel cuore delle Alpi Apuane un laboratorio pastorale, ovvero una sorta di fattoria didattica per le attività cinofile, in cui vengono
impiegati cani da pastore custodi del bestiame (LGD) e cani da pastore conduttori.

In tale contesto organizziamo test attitudinali con l’ausilio di animali: pecore, capre, asini, oche e galline.

Oltre al Test Psicometrico Precoce, un programma articolato in 16 prove finalizzato ad analizzare in modo completo l’indole e le reazioni emotive dei cuccioli, allo scopo di prevedere le attitudini per il lavoro, messo a punto da Vittorino Meneghetti, fondatore dell’Associazione, già a partire dal 1996, sono previsti:

  • Test di Affidabilità, Attenzione e Protezione verso il bestiame, per cani da pastore custodi (Maremmano-Abruzzese, Asia Centrale, Caucaso, ecc.);
  • Test di equilibrio caratteriale, attitudine alla guardia e tempra per cani da guardia (oltre ai custodi del bestiame, è rivolto a cani da presa e bovari come per esempio il Cane Corso, il Rottweiler, ecc.);
  • Test di solidità nervosa, affinità con il bestiame e attitudine alla conduzione per cani da pastore toccatori e paratori;
  • Verifiche attitudinali personalizzate, sulla base di specifiche esigenze e richieste, sulla base dell’esperienza di oltre 50 anni di lavoro con i cani da utilità.


TEST ATTITUDINALE PER CANI DA PASTORE GUARDIANI HyperLink


Vittorino Meneghetti     Strada Comunale Chiaravalle - Tecchione - San Donato Milanese
    Codice Fiscale : 97753500152     email : vittorino.meneghetti@gmail.com     tel. 333 7646015    
Copyright ©